19 Luglio 2024
visibility
News
percorso: Home > News > News

Toscana, rinnovati anche per il 2024 i contributi per i caregiver di familiari con disabilità

07-07-2024 14:40 - News
Un caregiver supporta nei movimenti una giovane donna allettata.
Confermati anche per i 2024 i contributi a favore dei/delle caregiver di familiari con disabilità. Lo ha stabilito la Regione Toscana, che ha provveduto a definire anche il riparto delle risorse (1 milione e 800mila euro). Il contributo mensile di 400 euro verrà assegnato prioritariamente ai/alle caregiver di persone in condizione di disabilità gravissima, ed ai programmi di accompagnamento finalizzati alla deistituzionalizzazione e al ricongiungimento del caregiver con la persona assistita.
Un caregiver supporta nei movimenti una giovane donna allettata.

Con la Delibera della Giunta Regionale 126/2024 la Toscana ha provveduto a rinnovare l’erogazione dei contributi a favore dei/delle caregiver di familiari con disabilità anche per l’anno 2024, ed ha definito il riparto delle risorse (contenuto nell’Allegato A della medesima Delibera). La somma stanziata è pari a 1.811.685 euro.

Per quel che concerne l’individuazione degli aventi diritto, la quantificazione del contributo e le modalità di accesso sono confermate le “Linee di indirizzo per l’utilizzo delle risorse del Fondo per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare”, come modificate dalla Delibera della Giunta Regionale 717/2022 (contenute nell’Allegato A della stessa), ad eccezione di quanto indicato al punto 2) del paragrafo sui Destinatari, dove la voce “caregiver di coloro che non hanno avuto accesso alle strutture residenziali a causa delle disposizioni normative emergenziali, comprovata da idonea documentazione” si intende cassata.

In particolare le Linee di indirizzo richiamate assumono la definizione di caregiver contenuta nell’articolo 1 comma 255* della Legge 205/2017; specificano che l’obiettivo primario del Fondo «è quello di dare sostegno e sollievo al ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare, garantendo risposte eque e omogenee sul territorio regionale, migliorando la qualità di vita e promuovendo un percorso di presa in carico globale, centrato sulla persona e sui familiari»; specificano che tra i caregiver va data priorità agli interventi nei confronti di caregiver di persone in condizione di disabilità gravissima (come definite dalla normativa), nonché ai programmi di accompagnamento finalizzati alla deistituzionalizzazione e al ricongiungimento del caregiver con la persona assistita; stabiliscono che l’entità del contributo economico è pari a 400 euro mensili.

Si accede al contributo mediante una richiesta di presa in carico e valutazione della persona con disabilita o non autosufficiente (o, se necessaria, una rivalutazione per le persone già in carico ai servizi), da effettuarsi presso gli appositi punti di accesso ai servizi sociosanitari territoriali. La richiesta sarà esaminata da un’apposita équipe che assegnerà il contributo di cura facendo riferimento alle condizioni cliniche ed i bisogni della persona con disabilità o non autosufficiente, nonché il livello di carico assistenziale/stress del caregiver familiare. Il contributo non è sostitutivo o compensativo, bensì aggiuntivo e complementare agli accessi a domicilio di personale sanitario (medici specialisti, terapisti, infermieri, OSS), ed è compatibile con altri contributi economici o servizi erogati con le medesime finalità di sostegno alla permanenza al domicilio della persona con disabilità o non autosufficienza, compresa la frequenza di un centro diurno.

Ricordiamo che la Regione Toscana ha attivato già da qualche anno un Centro di ascolto per il caregiver familiare (se ne legga a questo link), e sta lavorando ad una Proposta di Legge regionale avente ad oggetto le “Disposizioni per la promozione ed il riconoscimento della figura del caregiver familiare” (a questo link è disponibile una presentazione della stessa). (Simona Lancioni)



* Legge 205/2017 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020), articolo 1, comma 255: «Si definisce caregiver familiare la persona che assiste e si prende cura del coniuge, dell’altra parte dell’unione civile tra persone dello stesso sesso o del convivente di fatto ai sensi della legge 20 maggio 2016, n. 76, di un familiare o di un affine entro il secondo grado, ovvero, nei soli casi indicati dall’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, di un familiare entro il terzo grado che, a causa di malattia, infermità o disabilità, anche croniche o degenerative, non sia autosufficiente e in grado di prendersi cura di sé, sia riconosciuto invalido in quanto bisognoso di assistenza globale e continua di lunga durata ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, o sia titolare di indennità di accompagnamento ai sensi della legge 11 febbraio 1980, n. 18».



Riferimenti normativi:

Delibera della Giunta Regionale Toscana del 12 febbraio 2024 n.126, Fondo per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare – annualità 2023: assegnazione risorse, Allegato A (Tabella risorse).

Delibera della Giunta Regionale Toscana del 20 giugno 2022 n. 717, Fondo per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare: modifica Linee di indirizzo e assegnazione risorse, Allegato A (Linee di indirizzo), Allegato B (Tabella risorse).

Delibera della Giunta Regionale Toscana dell’8 marzo 2021 n. 212, “Fondo per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare: approvazione Linee di indirizzo”, Allegato A (Linee di indirizzo), Allegato B (Tabella risorse).

Vedi anche:

Toscana, presentata una Proposta di Legge per il riconoscimento del caregiver familiare, «Informare un’h», 20 febbraio 2024.

Toscana, un contributo per i caregiver che assistono un familiare disabile o non autosufficiente, «Informare un’h», 16 marzo 2021.
News
E se provassimo a creare anche in Italia un movimento antiabilista?
13-07-2024 14:14 - News
Amministrazione di sostegno, gli esiti della sesta udienza del processo al professor Monello
13-07-2024 14:12 - News
Una cultura del lavoro ancora ostile alle persone con disabilità
13-07-2024 14:10 - News
Toscana: interpreti della lingua dei segni nei presìdi sanitari di Empoli, Firenze, Prato e Pistoia
12-07-2024 15:03 - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie