12 Aprile 2024
visibility
News
percorso: Home > News > News

Pride e accessibilità: a che punto siamo nel 2023?

25-06-2023 15:13 - News
Una realizzazione grafica dedicata al progetto SondaPride è illustrata con l’immagine di una sorta di radar coi colori dell’arcobaleno al centro del quale compare la figura stilizzata di una persona in sedie a rotelle. Il radar risalta su uno sfondo di cerchi concentrici viola.
È un’iniziativa preziosa, alla luce dei suoi caratteri di intersezionalità, il “SondaPride” lanciato da Simone Riflesso, attivista queer e persona con disabilità, che ne ha di recente promosso la seconda edizione, sempre per mappare l’accessibilità e il livello di inclusione della disabilità dei pride italiani e in generale delle manifestazioni di rivendicazione dei diritti della comunità LGBTQIA+. Il tutto tramite un questionario rivolto agli enti organizzatori dei pride, ma dando questa volta anche più spazio alle persone partecipanti ai pride stessi con disabilità e neurodivergenti.*

Dopo la prima iniziativa lanciata lo scorso anno, di cui avevamo ampiamente riferito anche sulle nostre pagine, Simone Riflesso, attivista queer e persona con disabilità, ha lanciato anche quest’anno il proprio progetto indipendente denominato SondaPride, volto a mappare l’accessibilità e il livello di inclusione della disabilità dei pride italiani e in generale delle manifestazioni di rivendicazione dei diritti della comunità LGBTQIA+ (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Trans*, Queer, Intersex e Asessuali, mentre il + ingloba altri orientamenti sessuali e/o identità di genere).
Per dare dunque vita a questa seconda edizione dell’iniziativa, Riflesso ha contattato ancora una volta gli enti organizzatori dei cortei che a partire da questo mese di giugno si svolgono e si svolgeranno in tutta Italia, per chiedere di rispondere a un questionario (Pride e accessibilità: a che punto siamo nel 2023?), comunicando le iniziative e gli accorgimenti adottati per rendere appunto i pride degli eventi accessibili.
«Lo scopo – spiega lo stesso promotore – è far prendere coscienza sull’importanza dell’accessibilità e di prevedere la presenza delle persone con disabilità e neurodivergenti nel movimento LGBTQIA+ italiano».
«SondaPride – aggiunge – si può definire come un progetto di data activism, ossia un metodo molto concreto per fornire uno strumento di rivendicazione alle persone con disabilità e una traccia per gli enti organizzatori su quanto ancora serve fare per rendere i pride realmente inclusivi e capaci di fare esprimere l’orgoglio davvero di chiunque».

In parallelo al lancio del questionario, vanno certamente segnalati alcuni materiali disponibili nel sito di Simone Riflesso, vale a dire i risultati del SondaPride dello scorso anno, le Linee Guida per un pride accessibile e un testo su come allestire nella pratica un evento pride accessibile (mindset).

«Quest’anno – precisa Simone Riflesso – la raccolta dati si replicherà certamente agli enti organizzatori dei pride, ma avranno molto più spazio le persone partecipanti con disabilità e neurodivergenti. Sto chiedendo infatti alle Associazioni di collaborare nel condividere un “controsondaggio”, cosicché le persone partecipanti con disabilità possano subito partecipare al questionario di verifica rivolto a loro, fornendo testimonianze e feedback importantissimi che verranno inseriti nel report finale».

Si tratta certamente di un’iniziativa degna della maggiore diffusione possibile, anche alla luce dei suoi importanti caratteri di intersezionalità. (Stefano Borgato)

* Il presente testo è già stato pubblicato su «Superando.it», il portale promosso dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), e viene qui ripreso, con lievi adattamenti al diverso contesto, per gentile concessione.
News
Corso di Alta Formazione “Trasformare i conflitti, convivere nelle diversità”
06-04-2024 14:34 - News
Per parlare della “vicenda di Imperia” è necessario nominare la segregazione, l’istituzionalizzazione e la violenza sistemica
06-04-2024 14:31 - News
La tripla invisibilità delle donne anziane con disabilità
06-04-2024 14:29 - News
“@scATTIdicura”, una bella campagna per promuovere una nuova idea di caregiving
06-04-2024 14:27 - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie