25 Giugno 2024
visibility
News
percorso: Home > News > News

Il nuovo Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità

10-11-2023 15:32 - News
Il banner dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità presente nel sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Si è insediato il nuovo Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità di cui faranno parte, tra gli altri, le 11 organizzazioni più rappresentative del mondo della disabilità (“componenti effettivi”) e altre 20 organizzazioni quali “invitati permanenti”. 5 i gruppi di lavoro (“Accessibilità universale”; “Progetto di vita”; “Istruzione, università e formazione”; “Lavoro”; “Benessere e salute”) e già 2 riunioni in programma, in vista della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità.*
Il banner dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità presente nel sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Istituito dalla Legge 18/2009, con la quale il nostro Paese ha ratificato la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, l’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità ha funzioni consultive e di supporto tecnico-scientifico, per l’elaborazione delle politiche nazionali in materia di disabilità, allo scopo di fare evolvere e migliorare l’informazione sulla disabilità, fornendo al tempo stesso un contributo al miglioramento del livello di efficacia e di adeguatezza delle politiche stesse. Tra i compiti di tale organismo, come è noto, vi è anche quello di predisporre un programma di azione triennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, in attuazione della legislazione nazionale e internazionale.

Come ieri anticipato sul portale «Superando.it», si è insediato ora il nuovo Osservatorio Nazionale, del quale faranno parte, oltre agli Enti e alle Amministrazioni competenti in materia e alle undici organizzazioni maggiormente rappresentative del mondo della disabilità a livello nazionale, che vi partecipano come “componenti effettivi”, anche altre venti organizzazioni quali “invitati permanenti”, che assisteranno alle riunioni dell’Osservatorio stesso, per assicurare la partecipazione di soggetti portatori di ulteriori e specifiche competenze di settore. «Una scelta chiara, quest’ultima – ha dichiarato Alessandra Locatelli, ministra per le Disabilità, nel corso di una conferenza stampa a margine dell’insediamento del nuovo Osservatorio – che va nella direzione di rendere l’Osservatorio ancora più autorevole e operativo, vero punto di congiunzione tra le Istituzioni e il mondo del Terzo settore. Per questo è fondamentale il confronto e il supporto di chi sul campo ogni giorno si occupa di disabilità».

L’Osservatorio sarà suddiviso in cinque gruppi di lavoro tematici (Accessibilità universale; Progetto di vita; Istruzione, università e formazione; Lavoro; Benessere e salute) e rispetto all’immediato futuro ne è prevista una riunione il 24 novembre prossimo, alla vigilia della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre, per condividere una strategia attenta alle donne con disabilità. Successivamente, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre (centrata quest’anno sul tema United in Action to Rescue and Achieve the SDGs for, with and by Persons with Disabilities, ovvero “Uniti nell’azione per salvare e raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo sostenibile per, con e da parte delle persone con disabilità”), vi sarà una riunione straordinaria dell’Osservatorio, per parlare della piena partecipazione alla vita civile, sociale e politica delle persone con disabilità. E in tale occasione si insedieranno gli esperti che coordineranno i gruppi di lavoro dell’organismo.

«Oggi inizia una fase nuova – ha dichiarato ancora Locatelli – che porterà alla stesura del nuovo Piano nazionale che vogliamo davvero concreto per rispondere ai bisogni delle persone con disabilità e delle loro famiglie. È iniziato un cambiamento epocale che non possiamo fermare, che ribalta la prospettiva e mette finalmente al centro la persona, imponendoci di lavorare sempre più uniti, in particolar modo sull’accessibilità universale, sul diritto di ogni persona alla piena partecipazione alla vita sociale, economica e politica, e per la promozione del progetto di vita». (Stefano Borgato)

* Il presente contributo è già stato pubblicato su «Superando.it», il portale promosso dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), e viene qui ripreso, con lievi adattamenti al diverso contesto, per gentile concessione.
News
L’amministrazione di sostegno, dai numeri alle persone
08-06-2024 14:33 - News
Cassazione: il diritto del beneficiario di amministrazione di sostegno a partecipare alle decisioni che lo riguardano è incomprimibile
08-06-2024 14:32 - News
Amministrazione di sostegno: perché avete portato via la mamma di Giovanna?
08-06-2024 14:31 - News
Un manifesto condiviso per lo sviluppo del welfare culturale
08-06-2024 14:28 - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie