25 Giugno 2024
visibility
News
percorso: Home > News > News

Dall’ONU una critica alla Proposta di Legge sulla protezione degli adulti dell’Unione Europea

25-08-2023 15:12 - News
Makoto Sasaki, “La divisione del buio”. Fotografia in bianco e nero di un corridoio buio intervallato dalla porzioni di luce che scaturiscono da alcune aperture laterali.
Due esperti delle Nazioni Unite hanno criticato formalmente la Proposta della Commissione Europea per un Regolamento e una Decisione del Consiglio che disciplinano la Convenzione dell’Aia sulla protezione degli adulti. In specifico sono state evidenziate delle disposizioni in conflitto con la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. Ne dà notizia il Forum Europeo sulla Disabilità, che sta preparando alcune proposte di emendamento per rendere il testo conforme ai diritti fondamentali, e chiedere il rispetto della citata Convenzione ONU.

Con una mossa rara, due esperti delle Nazioni Unite hanno criticato formalmente la Proposta della Commissione Europea per un Regolamento e una Decisione del Consiglio che disciplinano la Convenzione dell’Aia sulla protezione degli adulti (del 13 gennaio 2000). La Proposta di Legge mira a introdurre una serie di norme relative alla protezione degli adulti quando devono gestire i propri affari o affrontare questioni legali nei Paesi dell’Unione Europea. Ne dà notizia il Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) segnalando come all’inizio dello scorso agosto, i due esperti – il Relatore Speciale delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (Gerard Quinn) e l’Esperta Indipendente delle Nazioni Unite sul godimento di tutti i diritti umani da parte delle persone anziane (Claudia Mahler) – hanno pubblicato una Relazione congiunta indirizzata alla Commissione Europea ponendo a tema l’adeguatezza di tale Proposta con gli attuali trattati internazionali.

La Proposta a cui si riferiscono gli esperti era stata resa pubblica dalla Commissione Europea lo scorso maggio con l’intento di disciplinare la “protezione” degli adulti in situazioni transfrontaliere, assumendo come riferimento una Convenzione (quella dell’Aia) non emanata dall’ONU. In concreto tale Proposta è volta a disciplinare quelle situazioni nelle quali, ad esempio, un adulto si trasferisce in un altro Paese o possiede una casa o altre attività finanziarie in un Paese dell’Unione Europea diverso da quello di residenza.

Partendo da tali considerazioni, la Relazione congiunta degli esperti si incentra sul fatto che il nucleo del Regolamento proposto non è conforme alla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. In specifico, nella loro comunicazione congiunta, essi osservano che:

Nella Proposta della Commissione Europea la nozione di “rappresentanza” sembra mescolata con quella di processo decisionale supportato enunciata nella Convenzione ONU.
L’articolo 3, paragrafo 3 della Proposta fraintende la differenza tra il “potere di rappresentanza” e il processo decisionale supportato richiesto dalla Convenzione ONU.
L’articolo 21 della Proposta prevede quale misura di protezione il “collocamento” della persona in un istituto. Questa è una chiara violazione degli articoli 5 (Uguaglianza e non discriminazione) e 19 (Vita indipendente e inclusione nella società) della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità e non dovrebbe trovare posto nel Regolamento.

Gli esperti affermano che «entrambe le bozze degli articoli 3.3 e 21 del Regolamento, pertanto, richiedono una revisione».

Inoltre, essi sottolineano che: «per quanto riguarda gli Stati membri dell’Unione Europea e le parti esterne, vorremmo spingerci oltre rispetto a quanto proposto nel 2021, e suggeriamo che la decisione che autorizza gli Stati membri a ratificare la Convenzione dovrebbe chiarire che non dovrebbero limitarsi ad allinearsi alla Dichiarazione Interpretativa che abbiamo proposto nel 2021, ma dovrebbero anche fare una riserva alla Convenzione dell’Aia escludendo (nelle parti in cui è consentita) l’istituzionalizzazione dall’ambito delle misure di protezione».

Nel 2021 il Relatore Speciale aveva già commissionato uno studio giuridico sulla Convenzione dell’Aia. Lo studio ha raccomandato che i Paesi che aderiscono alla Convenzione dell’Aia del 2000 adottino una dichiarazione in cui affermano che interpreteranno e applicheranno la Convenzione dell’Aia nel rispetto degli obblighi definiti dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. Per quanto riguarda la Proposta della Commissione europea, gli esperti suggeriscono che la decisione del Consiglio sostenga non solo la Dichiarazione Interpretativa, ma anche una riserva alla Convenzione dell’Aia che escluda l’istituzionalizzazione dal suo campo di applicazione.

Nonostante le critiche, gli esperti hanno accolto con favore gli sforzi compiuti per risolvere il “conflitto tra le leggi”, perché questo significa rendere più facile stabilire quale legge si applica nei casi in cui sono coinvolti due (o più) Paesi. Hanno inoltre accolto con favore il riferimento alla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità nei considerando dei regolamenti proposti (considerando 10 e 15).

Dopo che la Commissione Europea avrà ricevuto i diversi riscontri sulla Proposta, il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea negozieranno il testo.

Il Forum Europeo sulla Disabilità sta preparando alcune proposte di emendamento per rendere il testo conforme ai diritti fondamentali, e chiedere il rispetto della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. (S.L.)



Per informazioni: Marine Uldry, responsabile dell’Ufficio per i diritti umani del Forum Europeo sulla Disabilità, marine.uldry@edf-feph.org.
News
L’amministrazione di sostegno, dai numeri alle persone
08-06-2024 14:33 - News
Cassazione: il diritto del beneficiario di amministrazione di sostegno a partecipare alle decisioni che lo riguardano è incomprimibile
08-06-2024 14:32 - News
Amministrazione di sostegno: perché avete portato via la mamma di Giovanna?
08-06-2024 14:31 - News
Un manifesto condiviso per lo sviluppo del welfare culturale
08-06-2024 14:28 - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie