15 Aprile 2024
visibility
News
percorso: Home > News > News

Anche le banche e le fondazioni bancarie promuovono la “Carta Europea della Disabilità”

02-09-2023 14:30 - News
La Disability Card italiana è simile ad altre tessere magnetiche, ma contiene gli estremi della persona titolare e una fotografia della stessa, alcune informazioni sono in Braille.
In virtù di un Protocollo d’Intesa recentemente sottoscritto tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Associazione Bancaria Italiana e l’Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio le persone con disabilità titolari della “Carta Europea della Disabilità” potranno accedere in via agevolata a servizi bancari e finanziari sul fronte bancario, e, su un fronte comune, alle iniziative di carattere culturale e sociale promosse rispettivamente da soggetti bancari e dalle fondazioni di origine bancaria che aderiranno all’iniziativa.

In virtù di un Protocollo d’Intesa recentemente sottoscritto tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e l’Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio (ACRI) le persone con disabilità titolari della “Carta Europea della Disabilità” (EU Disability Card) potranno accedere in via agevolata a servizi bancari e finanziari sul fronte bancario, e, su un fronte comune, alle iniziative di carattere culturale e sociale promosse rispettivamente da soggetti bancari e dalle fondazioni di origine bancaria che aderiranno all’iniziativa. Come abbiamo più volte occasione di segnalare, la “Carta Europea della Disabilità” rientra all’interno del progetto europeo “EU Disability Card” che ha come obiettivo il mutuo riconoscimento della condizione di disabilità fra i Paesi aderenti, allo scopo di facilitare l’accesso delle persone con disabilità ai vari servizi, in un regime di reciprocità tra gli stessi Paesi dell’Unione Europea.

«L’intesa è volta alla promozione e valorizzazione della “Carta Europea della Disabilità” e si inserisce nel quadro dell’impegno congiunto di ABI e ACRI sui temi della tutela delle diversità e dell’accessibilità in favore delle persone con limitazioni funzionali – si legge nel sito dell’ABI –. L’impegno per l’inclusione è infatti in linea con l’attività sia del mondo bancario sia delle fondazioni di origine bancaria e può essere perseguito anche mediante la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, utilizzato quale leva di sviluppo sostenibile e sociale, proprio attraverso iniziative dirette ai territori e alle loro comunità».

Questi gli obiettivi del Protocollo che l’ABI e l’ACRI si impegnano a rispettare a pubblicizzare anche attraverso i rispettivi siti istituzionali:

favorire la diffusione della conoscenza della “Carta Europea della Disabilità” all’interno sia del mondo bancario sia delle fondazioni di origine bancaria al fine di supportare e migliorare sempre più l’accessibilità e l’inclusione delle persone con limitazioni funzionali;
con specifico riferimento al mondo bancario, facilitare la possibilità per i titolari della “Carta Europea della Disabilità” di usufruire, secondo le modalità individuate dagli intermediari aderenti al Protocollo, di agevolazioni e modalità semplificate di accesso a prodotti o servizi bancari, anche attraverso specifici strumenti dedicati, nonché di fruire in modo agevolato delle proprie iniziative di interesse pubblico, anche culturali o dalla valenza sociale;
con specifico riferimento alle fondazioni di origine bancaria, di supportare le persone in possesso della “Carta Europea della disabilità”, consentendo loro di fruire del patrimonio artistico e culturale di proprietà mediante specifiche agevolazioni per l’accesso ai propri spazi in cui siano allestite mostre o esposizioni temporanee ovvero alle proprie esposizioni museali, anche gestite da enti o società strumentali.

La Carta europea della disabilità viene rilasciata a tutti i soggetti con certificazione di handicap medio o grave e di non autosufficienza. Essa può essere richiesta all’INPS. Per conoscere gli ulteriori dettagli è possibile consultare la scheda esplicativa disponibile nel sito dell’INPS, o quella predisposta nel sito del Ministero per le disabilità. (S.L.)
News
A Peccioli un convegno sui PDTA nelle malattie neuromuscolari in Toscana
14-04-2024 14:57 - News
Giornata per le Malattie Neuromuscolari: verrà celebrata il 13 aprile con eventi in 19 città italiane
14-04-2024 14:49 - News
Vita Indipendente: incontro tra la Regione Toscana e le persone con disabilità
14-04-2024 14:45 - News
InformAbility per le mamme con disabilità
14-04-2024 14:44 - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie