15 Aprile 2024
visibility
News
percorso: Home > News > News

A Bologna il primo reparto ospedaliero pubblico organizzato sul modello dei Centri Clinici NeMO

29-07-2023 15:22 - News
L’ingresso dell’Ospedale Bellaria di Bologna.
A settembre, l’Ospedale Bellaria di Bologna predisporrà un centro dedicato alle patologie neuromuscolari che prenderà il nome di “Centro Clinico NeMO Bologna”, e che integrerà l’eccellenza della sanità regionale con una solida competenza nelle patologie neuromuscolari legata al modello dei Centri Clinici NeMO (Neuromuscular Omnicentre). Inizialmente saranno attivati quattro posti letto, che diventeranno sedici entro tre anni. Sarà anche presente un’area dedicata alla riabilitazione e alla ricerca. Ciò allo scopo di garantire l’accesso a cure sempre più innovative e potenziare i percorsi “ospedale-territorio”.

A partire dal mese di settembre, l’Ospedale Bellaria di Bologna si riorganizzerà per dare vita ad un centro dedicato alle patologie neuromuscolari che prenderà il nome di “Centro Clinico NeMO Bologna”, e che integrerà l’eccellenza della sanità regionale con una solida competenza nelle patologie neuromuscolari legata al modello dei Centri Clinici NeMO (Neuromuscular Omnicentre). Ne danno notizia la Regione Emilia-Romagna e l’AUSL Bologna e evidenziando come il nuovo reparto sia finalizzato ad una presa in carico multidisciplinare dei pazienti con tali patologie, ed all’assistenza ospedaliera e domiciliare.

«Siamo estremamente orgogliosi di essere partner delle Istituzioni emiliano-romagnole, che dimostrano coraggio nell’esplorare nuove strade per il bene sociale – ha dichiarato Alberto Fontana, presidente dei Centri Clinici NeMO –. Questa nuova opportunità di cura nasce dal dialogo e dalla volontà di essere al fianco delle famiglie, offrendo risposte alle sempre più complesse esigenze delle nostre patologie. Celebriamo così la lungimiranza di un territorio che mette a disposizione risorse e strumenti per una visione di società inclusiva. NeMO mette al servizio della comunità neuromuscolare la sua esperienza in questa nuova avventura».

A settembre, dunque, saranno attivati quattro posti letto, che diventeranno sedici entro tre anni. Sarà anche presente un’area dedicata alla riabilitazione e alla ricerca. Obiettivi di questo nuovo reparto saranno garantire l’accesso a cure sempre più innovative e potenziare i percorsi “ospedale-territorio”, per rispondere in modo sempre più completo ed efficace alle complesse esigenze delle patologie come la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), atrofia muscolare spinale (SMA) e le diverse forme di distrofia muscolare.

Uno degli elementi distintivi di questa partnership è il trasferimento dell’esperienza del modello organizzativo multidisciplinare dei Centri NeMO, attraverso la formazione del personale medico dell’Ospedale Bellaria da parte dei professionisti NeMO. Verrà inoltre costituito un Comitato tecnico-scientifico per garantire la qualità delle prestazioni erogate, assicurando l’aderenza agli standard di cura e misurandone l’efficacia.

La riorganizzazione è stata presentata la scorsa settimana alle Associazioni dei pazienti da Raffaele Donini, assessore alle Politiche per la Salute dell’Emilia-Romagna, dal professor Rocco Liguori, direttore della Scuola di Specializzazione Neurologica, da Paolo Bordon, direttore Generale dell’AUSL Bologna e dal presidente dei Centri Clinici NeMO, Alberto Fontana. All’incontro hanno partecipato anche le Associazioni AssiSLA, ASAMSI (Associazione per lo Studio delle Atrofie Muscolari Spinali Infantili), AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), AISA (Associazione Italiana per la lotta alle Sindromi Atassiche), Telethon e UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).

Questa iniziativa rappresenta un importante passo avanti nel campo della cura e della ricerca sulle patologie neuromuscolari, dimostrando l’impegno delle Istituzioni e delle Associazioni nel garantire il benessere e la qualità di vita delle persone con queste malattie. (S.L.)

Fonte: comunicato stampa Ufficio comunicazione dei Centri Clinici NeMO.

Per informazioni: Ufficio comunicazione dei Centri Clinici NeMO Stefania Pozzi ufficio.stampa@centrocliniconemo.it.

Vedi anche:

Centro Clinico NeMO – Neuromuscular Omnicentre.
News
A Peccioli un convegno sui PDTA nelle malattie neuromuscolari in Toscana
14-04-2024 14:57 - News
Giornata per le Malattie Neuromuscolari: verrà celebrata il 13 aprile con eventi in 19 città italiane
14-04-2024 14:49 - News
Vita Indipendente: incontro tra la Regione Toscana e le persone con disabilità
14-04-2024 14:45 - News
InformAbility per le mamme con disabilità
14-04-2024 14:44 - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie