02 Luglio 2022
News
percorso: Home > News > News

C´è futuro per i ragazzi disabili «Ora bisogna fare rete sul territorio»

18-07-2016 15:47 - News
Le prospettive della nuova legge, l´impegno del coordinamento DIPOI

DARE un futuro ai propri ragazzi è tra le principali preoccupazioni delle famiglie con persone con disabilità grave: come faranno quando babbo e mamma non ci saranno piu, se non sono in grado di gestirsi da soli? Dal giugno 2012 è nato «Dipoi››, Coordinamento Toscano delle Associazioni per il «Durante e Dopo di Noi» al termine di un percorso promosso dal Cesvot, per promuovere una diversa idea di qualità della vita soprattutto delle persone disabili gravi. Attualmente ne fanno parte otto fondazioni, grazie all´ingresso di due nuove realtà di recente creazione: «Ora con Noi» di Scandicci-Firenze e «Mai Soli›› di Pieve a Nievole e provincia di Pistoia. «E´ il segno - sottolinea la presidente del Dipoi, Patrizia Frilli – di un cambio di mentalità che nella nostra regione sta investendo il variegato mondo della disabilità.
Le famiglie sono sempre più protagoniste e vogliono partecipare alla programmazione e gestione dei servizi per dare più qualità della vita alle persone con disabilità.
Ci auguriamo che presto si aggiungano le altre fondazioni in via di costituzione in altre zone della Toscana: l´unità d´intenti e rappresentanza è il presupposto per ottenere risultati duraturi.
Da poco è stata approvata la cosiddetta «Legge sul Dopo di noi´ per l´assistenza di persone con disabilità grave senza sostegno familiare. «La normativa quadro è un sollievo - spiega Frilli -: recepisce istanze che le famiglie stanno promuovendo da più di vent´anni.
Anche chi è critico su alcuni aspetti ne riconosce la portata innovativa introducendo l´idea di realizzare strutture residenziali a dimensione familiare e concetti sulla qualità dei servizi e della vita, prevedendo sgravi fiscali che consentiranno alle fondazioni di ricevere in donazione edifici da destinare a questo scopo». Ma tocca alle organizzazioni del terzo settore fare rete. «C´è moltissimo da lavorare - dice la Presidente di Dipoi -,ma oggi abbiamo strumenti nuovi››.

Manuela Plastina
News
Vita indipendente e fondi per disabilità gravissime: le modifiche della Toscana
13-04-2022 13:24 Fonte: superando - News
Prima di tutto rispettare la volontà di chi vive nelle strutture residenziali
31-03-2022 09:04 Fonte: superando - News
La residenzialità “possibile” per le persone con disabilità complesse
30-03-2022 11:27 Fonte: superando - News
Per saperne di più sul progetto di vita autonoma "Durante e Dopo di Noi"
30-03-2022 11:22 Fonte: superando - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

cookie