12 Aprile 2024
visibility
News
percorso: Home > News > News

Amministrazione di sostegno, quinta udienza per il professor Monello

18-03-2024 10:55 - News
Le bandiere dell’Associazione Diritti alla Follia sventolano davanti al Tribunale di Cagliari in uno dei precedenti presìdi organizzati in occasione delle precedenti udienze del processo contro il professor Gigi Monello.
Il prossimo 14 marzo, a Cagliari, si svolgerà la quinta udienza del processo contro Gigi Monello, l’ex professore di filosofia che nel 2020 è stato denunciato dall’avvocata che a quel tempo era amministratrice di sostegno di sua madre per maltrattamenti nei confronti di quest’ultima e, a seguito di ciò, allontanato dalla casa di famiglia con una misura cautelare adottata da un giudice per le indagini preliminari. Il provvedimento ha troncato brutalmente un legame affettivo che durava da 67 anni sulla base di accuse che stanno sempre di più assumendo i connotati di un clamoroso – e inquietante – abbaglio. Come nelle udienze precedenti, l’Associazione Diritti alla Follia sarà presente davanti al Tribunale con un proprio sit-in.

Il prossimo 14 marzo, alle ore 12, presso il Tribunale di Cagliari, si svolgerà la quinta udienza del processo contro Gigi Monello, professore di filosofia in pensione, scrittore e editore. Ricordiamo che il professor Monello nel marzo 2020 è stato denunciato dall’avvocata Debora Amarugi – a quel tempo amministratrice di sostegno di sua madre – per maltrattamenti nei confronti della medesima e, a seguito di ciò, allontanato dalla casa di famiglia con una misura cautelare adottata da un giudice per le indagini preliminari. Un legame affettivo che durava da 67 anni è stato brutalmente troncato sulla base di accuse che, se erano già assai dubbie all’epoca dei fatti, oggi stanno sempre di più assumendo, alla luce di quanto accade in aula, i connotati di un clamoroso – e inquietante – abbaglio. Nel corso della quarta udienza del novembre scorso, il pubblico ministero incaricato di sostenere l’accusa ha, infatti, rinunciato all’esame dei testimoni chiave a carico dell’imputato (due badanti) [pubblichiamo in calce tutte le notizie relative alle diverse fasi del processo, N.d.R.]; con ciò autorizzando a pensare che lui per primo non creda all’accusa.

Vogliamo sottolineare che nella casistica della applicazione della tristemente famosa Legge 6/2004, la norma che ha introdotto l’istituto dell’amministrazione di sostegno, le vicende di familiari o congiunti di fatto criminalizzati da amministratori di sostegno che intendono agevolmente disfarsi di un “disturbatore”, si stanno moltiplicando in tutta Italia. Ritenendo l’avvenimento di pubblico interesse, ancora una volta invitiamo la Stampa locale a voler intervenire, per dare conto di un caso giudiziario divenuto emblematico.

Rendiamo noto che la difesa dell’imputato è stata assunta dall’avvocato Michele Capano, del foro di Salerno, nonché presidente dell’Associazione Diritti alla Follia che, anche in questa occasione, organizzerà nei giardini antistanti il Palazzo di Giustizia di Cagliari (in Piazza Repubblica, 18), a partire dalle ore 13, un sit-in di informazione e denuncia.

Sarà possibile seguire la diretta sulla pagina Facebook (a questo link) e sul canale YouTube dell’Associazione (a quest’altro link).



Per informazioni e contatti: dirittiallafollia@gmail.com
News
Corso di Alta Formazione “Trasformare i conflitti, convivere nelle diversità”
06-04-2024 14:34 - News
Per parlare della “vicenda di Imperia” è necessario nominare la segregazione, l’istituzionalizzazione e la violenza sistemica
06-04-2024 14:31 - News
La tripla invisibilità delle donne anziane con disabilità
06-04-2024 14:29 - News
“@scATTIdicura”, una bella campagna per promuovere una nuova idea di caregiving
06-04-2024 14:27 - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie