12 Aprile 2024
visibility
News
percorso: Home > News > News

Amministrazione di sostegno, l’esito della quinta udienza del processo al professor Monello

26-03-2024 11:23 - News
Alcuni soci e socie dell’Associazione Diritti alla Follia al presidio davanti al Tribunale di Cagliari il 14 marzo 2024. L’ultimo a destra è il professor Gigi Monello, il penultimo è Michele Capano, legale di Monello nonché presidente dell’Associazione.
Si è risolta con una semplice acquisizione agli atti di alcuni documenti, la quinta udienza del processo al professor Gigi Monello, tenutasi a Cagliari lo scorso 14 marzo. Ricordiamo che il professore, nel 2020, venne denunciato dall’avvocata che a quel tempo era amministratrice di sostegno di sua madre per maltrattamenti nei confronti di quest’ultima. La documentazione presentata fa emergere un quadro di gravissime incoerenze logiche che fanno apparire le accuse contro il professore strumentali ad un secondo fine. Per l’occasione Monello era assistito dall’avvocato Michele Capano, che è anche presidente di Diritti alla Follia, l’Associazione che supporta il professore sin dal primo grado di giudizio e che era presente con un proprio presidio davanti al Tribunale di Cagliari. La prossima udienza si terrà il prossimo 4 luglio.

Si è tenuta lo scorso 14 marzo, presso il Tribunale di Cagliari, la quinta udienza, breve ma densa, del processo a carico del nostro iscritto e militante Gigi Monello [se ne legga la presentazione a questo link, N.d.R.].

Michele Capano, il legale che attualmente assiste il professor Monello, nonché presidente dell’Associazione Diritti alla Follia, ha chiesto e ottenuto l’acquisizione agli atti di otto documenti cartacei e due file audio. Dai documenti emerge lo sconcertante quadro di gravissime incoerenze logiche che fanno apparire le accuse contro Gigi Monello strumentali ad un secondo fine. L’unica testimone – a discarico – da esaminare nella giornata, la badante Angelica Anghel non era presente. Contattata telefonicamente, è risultato che la medesima non ha ricevuto dalla Procura di Cagliari, alcuna convocazione. L’avvocato Capano ne ha chiesto la riconvocazione per la prossima udienza, che già prevede l’audizione dell’ultimo testimone, il medico di base dottoressa Maria Teresa Zedda.

Capano ha anche chiesto una compressione delle fasi processuali, proponendo che la prossima udienza, fissata per il prossimo 4 luglio alle ore 9.00, contempli anche le dichiarazioni spontanee dell’imputato. La richiesta è stata accolta. Questo significa che verosimilmente la prossima sarà la penultima udienza prima della sentenza, che dovrebbe dunque cadere nel 2024.

Al termine dell’udienza, come di consueto, l’Associazione ha raccolto commenti e analisi “all’aperto”, nei giardini antistanti il Palazzo di Giustizia di Cagliari, con le nostre bandiere, i nostri poster e una decina di militanti e simpatizzanti. Un anziano si è fermato ad ascoltare ed ha interloquito con Gigi. Un piccolissimo segno che, però, incoraggia. Speriamo che queste persone si moltiplichino. Continueremo a seguire, pubblicizzare e denunciare gli abusi e le degenerazioni dell’amministrazione di sostegno, a Cagliari come nel resto d’Italia. La battaglia contro il sistema affaristico sviluppatosi attorno alla Legge 6/2004 non può conoscere tregue. Ce lo chiedono ogni giorno centinaia di vittime.

Per informazioni e contatti: dirittiallafollia@gmail.com
News
Corso di Alta Formazione “Trasformare i conflitti, convivere nelle diversità”
06-04-2024 14:34 - News
Per parlare della “vicenda di Imperia” è necessario nominare la segregazione, l’istituzionalizzazione e la violenza sistemica
06-04-2024 14:31 - News
La tripla invisibilità delle donne anziane con disabilità
06-04-2024 14:29 - News
“@scATTIdicura”, una bella campagna per promuovere una nuova idea di caregiving
06-04-2024 14:27 - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie