27 Ottobre 2021
News
percorso: Home > News > Archivio

SOCIALE, 38 MILIONI DI EURO PER I SERVIZI DEL WELFARE

11-06-2013 14:44 - Archivio
Diciotto milioni di euro da ripartire tra le 34 zone socio-sanitarie toscane per il mantenimento del sistema degli interventi e dei servizi sociali. La somma si compone di 7,5 mln di provenienza regionale ai quali vanno sommati 10,5 mln di residui statali. E´ la cifra stanziata questa mattina dalla giunta regionale.

"Ai 18 milioni ripartiti sul territorio - ha aggiunto il presidente della Regione, Enrico Rossi - vanno sommate le risorse per i progetti direttamente gestiti dagli uffici regionali, pari ad altri 20 milioni e mezzo di euro, che portano il Fondo regionale per il 2013 a circa 38 milioni e mezzo di euro (le risorse regionali sono pari a 27,5 mln di euro + 11 di residuo statale). Serviranno, oltre che per il nostro sistema di welfare, per il servizio civile regionale, per il sostegno all´affitto, per altri progetti ed iniziative regionali in materia e per il microcredito".

Il presidente ha osservato poi che il sistema rischia ogni anno di collassare, soprattutto perchè negli ultimi anni è praticamente venuto a mancare, dopo diminuzioni progressive, il sostegno dal livello nazionale: dagli oltre 62 milioni che venivano erogati alla Toscana dallo Stato nel 2007, siamo passati ai 700 mila euro dello scorso anno. Nell´ultimo incontro avuto a Roma, il nuovo governo sembra invece orientato a tornare ad investire nel settore. Il Fondo nazionale dovrebbe essere ricostituito con circa 300 milioni di euro, alla Toscana ne toccherebbero circa 20. Sarebbe un´iniezione di risorse importanti che permetterebbe di guardare al futuro con maggiore ottimismo.

Il Fondo Regionale per le Politiche Sociali rappresenta, sul piano delle risorse regionali, il principale strumento finanziario per l´attuazione e lo sviluppo omogeneo su tutto il territorio del sistema degli interventi e dei servizi sociali integrati. Il budget è alimentato dal Fondo Regionale di Assistenza Sociale (FRAS) e dal Fondo Nazionale per le Politiche Sociali (FNPS). Quest´ultimo, negli ultimi anni, si è progressivamente azzerato: 2007 67 milioni, 2008 44 milioni, 2009 34 milioni, 2010 25 milioni, 2011 12 milioni, 2012 700 mila euro.

"In questi anni difficili - ha detto ancora Rossi- la Regione ha cercato di mantenere costante e stabile il proprio impegno per garantire la tenuta dei servizi sociali territoriali. La volontà del nuovo governo di tornare ad investire in questo settore fondamentale è una notizia importante e con l´aggiunta delle risorse messe a disposizione direttamente dalla Regione contiamo di fornire ai Comuni una bella boccata d´ossigeno".
News
Università di Siena - Disability case manager, giornata conclusiva del corso
Giovedì 17 giugno 2021 - Ore 14:45
09-06-2021 15:00 Fonte: Università di Siena, Dipoi, Fondazione Mps - News
Il “Dopo di Noi” in Toscana tra conquiste e prospettive future
Mercoledì 16 giugno - ore 9:30-13:00, diretta streaming
09-06-2021 13:18 Fonte: Regione Toscana - News
Il Dopo di Noi nelle terre di Siena: opportunità e prospettive
Siena, 14 giugno 2021: ore 9:30-13:30
09-06-2021 12:38 Fonte: Fondazione Futura Siena - News
ALLA RICERCA DEL DIURNO IDEALE PER LE PERSONE DISABILI
25-05-2021 16:45 Fonte: Coordinamento DIPOI - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari