27 Ottobre 2021
News
percorso: Home > News > News

DISABILI: UE ACCOGLIE RICHIESTE CAREGIVER, SOLLECITO A GOVERNO ITALIANO

24-09-2015 15:53 - News
Posted by Ileana Argentin at 6:15 PM. Placed in Rassegna stampa category

"acquisisca le buone pratiche gia´ in atto in moltissimi Paesi europei" Roma, 21 set. (AdnKronos) - La Commissione Petizioni dell´Unione europea ha accolto le richieste di riconoscimento dei caregiver familiari italiani, inviando un sollecito al Governo. Giovedì scorso infatti, la Commissione Petizioni del Parlamento Europeo ha ascoltato le loro ragioni e la denuncia delle violazioni dei loro diritti in Italia. A rappresentare i bisogni e le istanze dei caregiver italiani, illustrando la petizione, corredata da oltre 39mila firme, alla Commissione di Bruxelles, Simona Bellini, presidente del Coordinamento Nazionale famiglie disabili gravi e gravissimi, e Chiara Bonanno. La petizione mira al riconoscimento dei diritti umani più elementari per i Family Caregiver, "attualmente e irragionevolmente negati, tra i paesi civili, solamente in Italia, quali quello al riposo, alla salute, alla vita sociale, in un contesto di moderna schiavitù sommersa, perpetrata quotidianamente proprio accanto a noi e di cui molti sono all´oscuro, indotta dalla costrizione operata da amministrazioni assenti e sotto la costante minaccia che le persone care possano restare senza alcuna assistenza".

"Il primo intervento è stato della Commissione Europea, che ci ha gelato dicendo che il tema che portavamo non era di competenza dell´Unione europea, benché stessimo parlando di diritti umani, che sono senza dubbio competenza Ue - racconta oggi Bellini all´Adnkronos - Dopo di quello è stato un susseguirsi di interventi di parlamentari europei a sostegno delle richieste dei caregivers italiani. "La Commissione Petizioni ha così deciso di inviare al Governo italiano un sollecito per la soluzione della nostra posizione, trasferendo all´Italia le buone pratiche già in atto in moltissimi Paesi europei. Non è difficile, non chiediamo soldi in più, si tratta solo di "copiare" leggi, regolamenti, modi di usare diversamente le risorse esistenti".

In molti Paesi europei c´e´ una diversa attenzione verso i ´family caregiver´ , aggiunge Bellini, "in Italia, invece, vivono in uno stato di schiavitù, agli arresti domiciliari e privi di diritti umani fondamentali quali il diritto alla salute, al riposo, alla vita sociale. In pratica ´non esistono´". "Questa, per noi, è una grande vittoria - conclude Bellini - l´importante ora è che siano risposte concrete e di vera riconquista dei diritti umani dei Caregiver Familiari italiani e che non ci si limiti a pretendere di insegnare ai "Caregiver a fare i Caregiver", come spesso sollecitato nella sede di questa riunione". (Ste/AdnKronos) 21-SET-15 17:30 NNNN
News
Università di Siena - Disability case manager, giornata conclusiva del corso
Giovedì 17 giugno 2021 - Ore 14:45
09-06-2021 15:00 Fonte: Università di Siena, Dipoi, Fondazione Mps - News
Il “Dopo di Noi” in Toscana tra conquiste e prospettive future
Mercoledì 16 giugno - ore 9:30-13:00, diretta streaming
09-06-2021 13:18 Fonte: Regione Toscana - News
Il Dopo di Noi nelle terre di Siena: opportunità e prospettive
Siena, 14 giugno 2021: ore 9:30-13:30
09-06-2021 12:38 Fonte: Fondazione Futura Siena - News
ALLA RICERCA DEL DIURNO IDEALE PER LE PERSONE DISABILI
25-05-2021 16:45 Fonte: Coordinamento DIPOI - News
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari